Prestiti tra Privati Senza Garanzie, Sicuri, da Italiani Seri e Online



Quando nessuna banca riesce a soddisfare le richieste di finanziamento di un soggetto è probabilmente arrivato il momento di richiedere i prestiti tra privati senza garanzie. Si tratta di finanziamenti dove nessuna banca, nessun istituto di credito e nessuna società finanziaria prende parte al contratto di prestito.

Entrambe le parti, sia il creditore che il debitore, risultano quindi essere due singoli soggetti, due comuni cittadini che non hanno nulla a che fare con le società di credito.

Innanzitutto vediamo già la prima differenza con il metodo tradizionale, quali sono le parti che parteciperanno al contratto di prestito? Vi è anche qui il creditore che si occuperà di prestare il denaro in cambio di un compenso, definito dagli interessi; vi è il debitore che è colui che usufruirà nella maniera che preferisce del denaro ottenuto e che dovrà occuparsi di rimborsare il capitare ottenuto maggiorato dagli interessi; vi è una società di intermediazione che si occuperà di verificare che la transazione avvenga nella maniera più sicura, semplice e chiara possibile sia per il debitore che per il creditore.

 

E’ Legale?

Lo scambio di denaro tra due soggetti privati, attraverso un prestito personale, è legale? Si, il prestito di denaro tra privati può avvenire in tranquillità e senza alcun problema.

E’ necessario ricordare che il tutto dovrà essere eseguito a norma di Legge e pertanto il tasso d’interesse che il creditore applicherà sul denaro concesso in prestito dovrà essere in regola con gli standard di mercato. Un tasso d’interesse superiore a quello massimo consentito renderà il prestito usuraio e quindi totalmente illegale.

 

Come Evitare Sanzioni

Se si utilizza il prestito tra privati online tramite le piattaforme di Social Lending non ci si dovrà preoccupare direttamente di eventuali sanzioni da parte del Fisco perché il tutto verrà registrato dalla società che si occupa della gestione del servizio.

Se il finanziamento tra privati avviene però tra amici, tra parenti o familiari è necessario che questo venga registrato come previsto dalla Legge.

Se il prestito ammonta a poche centinaia di euro magari non sarà necessario registrarlo. Se la somma di denaro ottenuta in prestito risulterà invece considerevole sarà necessario registrarla, magari con una scrittura privata. In questo caso si consiglia inoltre di tracciare il passaggio del denaro, magari utilizzando un bonifico bancario ed utilizzando l’apposito spazio per la causale indicando che si tratta di denaro prestato nei confronti di un parente. Se la somma di denaro dovesse essere invece molto alta sarà obbligatorio registrare il tutto dal notaio con la presenza di testimoni.

 

Prestiti tra Privati Italiani

Perchè parliamo di prestiti tra privati italiani? Il concetto è semplice: per evitare una delle tante truffe presenti sul web.

Ti è mai capitato di leggere su Facebook dei commenti scritti in malo modo dove qualcuno propone di prestare del denaro a condizioni molto vantaggiose? Solitamente chi lascia questo tipo di commento richiede di essere contattato tramite un indirizzo email. Nella maggior parte dei casi l’annuncio è scritto in malo modo, in un italiano con diversi errori, dovuti quasi sempre ad una cattiva traduzione fatta da un software.

Il nostro consiglio è quello di evitare di contattare queste persone in quanto nella maggior parte dei casi si tratti di raggiri, un po’ come quelli che molto spesso vengono mostrati a Striscia la Notizia o programmi simili.

Partiamo dal presupposto che i prestiti tra privati fanno si che siano solo due i soggetti che prenderanno parte al contratto finanziario e che entrambi i soggetti siano due privati cittadini. Nessuna banca, nessun istituto di credito, solo il creditore ed il debitore che saranno entrambi cittadini privati.

Proprio per questo motivo spesso è possibile trovare anche soluzioni finanziarie dove non vengono richieste delle garanzie o dove il debitore potrà essere anche un cattivo pagatore o un protestato, questo non avrà nessun riscontro negativo sulla richiesta di finanziamento.

Il prestito tra privati si svolge infatti tramite un rapporto di fiducia che si instaura tra chi presta i suoi risparmi e chi li riceve.

 

Prestiti Senza Anticipo

Chi necessita di denaro e non riesce ad ottenerlo da una società finanziaria perché magari ha già altri finanziamenti in corso o perché non ha garanzie idonee può richiedere, come già ricordato, un prestito tra cittadini privati. Alcuni soggetti non vogliono che si applichi la formula dell’anticipo, in cosa consiste?

In realtà non esiste una funzione del genere ma viene comunque spesso applicata tra due soggetti privati in quanto lo scambio di denaro avviene nella maggior parte dei casi tra persone che si conoscono e quindi il tutto avviene anche in maniera amicale. Un prestito senza anticipo sta per un finanziamento dove il debitore può ottenere la somma di denaro richiesta senza dover versare alcun tipo di anticipo. E per anticipo viene intesa una spesa da sostenere.

 

Prestiti Senza Spese

Se si ricorre al prestito tra privati significa che, quasi sicuramente, il richiedente si è già rivolto presso un istituto di credito ed ha ricevuto un esito negativo a riguardo della sua domanda di finanziamento. Proprio per questo in alcuni casi si va alla ricerca di finanziamenti alternativi ed il prestito tra privati onesti è proprio uno di questi. Se si è in gravi condizioni economiche si cercherà in tutti i modi di risparmiare e di cercare quindi quella che sarà la situazione più conveniente. Questo è quindi uno dei motivi principali per cui si va alla ricerca di un prestito senza spese, un finanziamento dove si dovranno rimborsare esclusivamente gli interessi maturati sul capitale.

Per rendere questo possibile ci si dovrà accordare con il soggetto privato che presterà il denaro, soggetto che in questo caso prenderà il nome di creditore. Dato che il contratto di prestito dovrà essere comunque registrato ci si dovrà accordare con il creditore affinché le spese rientrino negli interessi richiesti. L’imposta da pagare si chiama imposta di registro e corrisponde al 3% dell’importo prestato. Se il prestito tra privati è di 5.000€ si dovrà quindi pagare un’imposta di registro di 150€.

 

Prestiti Senza Garanzie

Abbiamo detto che non sempre il creditore necessita di garanzie nel prestito tra privati. Questo perchè il creditore si fida del debitore e quindi offre i propri risparmi, sotto forma di investimento, al debitore, fidandosi senza porsi il problema della presenza di eventuali garanzie reddituali, cosa che una banca non farebbe mai, in nessun caso.

In ogni caso, il creditore che volesse comunque tutelare il suo prestito, che da parte sua non è altro che un piccolo investimento, potrà far firmare al debitore delle cambiali in modo tale che, nel caso in cui il debitore dovesse fare il furbo e non dovesse pagare il suo debito il creditore avrà modo di rivalersi sui beni del debitore secondo quanto prescritto dalle leggi sulle cambiali e sul prestito cambializzato. Ne abbiamo parlato dettagliatamente nella guida chiamata prestiti tra privati senza garanzie.

 

Prestiti Cambializzati

Si tratta dei finanziamenti più utilizzati tra privati. Il creditore concede il denaro al debitore. Quest’ultimo firma le cambiali e si impegna a pagarle prima della loro data di scadenza. E’ possibile utilizzare questa formula sia tra banca e privato che tra privato e privato. In caso di mancato pagamento il creditore potrà avvalersi delle proprietà della cambiali per potersi rivalere sui beni del debitore. Possono essere richiesti anche dai cattivi pagatori e dai protestati.

In questo caso il finanziamento prenderà il nome di prestito cambializzato, una forma di credito che ormai era stata quasi abbandonata del tutto ma che nell’ultimo periodo a causa dei vari problemi economici che colpiscono tante delle famiglie italiane stanno nuovamente tornando ad essere utilizzati. Attualmente sono poche le società finanziarie che li erogano e proprio per questo molto spesso ci si rivolge ad un privato cittadino per ottenerne uno.

Il loro utilizzo è molto sicuro per il creditore. Le possibilità di offrire denaro e di perderlo non vi sono. Questo perché il creditore potrà utilizzare il potere conferitogli dalla cambiale per poter richiedere il pignoramento dei beni del debitore. Logicamente questa procedura viene attivata tramite l’Autorità Giudiziaria solo nel momento in cui il creditore dimostra che il debitore è insolvente.

 

Privati Seri

Se si è alla ricerca di un prestito tra privati seri è necessario essere a conoscenza di diverse informazioni che ci permetteranno di ottenere in maniera molto più rapida l’importo desiderato che si sta cercando.

Innanzitutto è necessario chiarire una cosa: il prestito tra privati è legale? Lo scambio di denaro, tramite un prestito, tra due privati cittadini è legale a patto che il tasso di interesse non superi quello consentito dalla Legge Italiana. La Legge stabilisce qual è il tasso d’interesse massimo consentito che può essere applicato qualora si prestasse del denaro ad un secondo soggetto. Tutti i prestiti tra privati che utilizzano un tasso maggiore di quello imposto vengono dichiarati usurai e quindi illegali e perseguibili secondo le normative vigenti.

Quando si parla di onestà in un finanziamento, soprattutto se questo avviene tra due soggetti privati, ci si riferisce con la stessa terminologia a due cose differenti. La prima è quella di ricercare una persona onesta, la seconda è che il tasso d’interesse applicato rientri in quello imposto secondo la Legge.

 

Prestiti tra Privati Online

Hai mai sentito parlare di Social Lending? Si tratta di piattaforme intermediarie che consentono di richiedere ed ottenere i prestiti tra privati on line.

In Italia sono diverse le piattaforme di Social Lending e tra queste le più famose sono sicuramente Smartika e Prestiamoci.

 

Come Funziona Prestiamoci

La piattaforma di Social Lending Prestiamoci è dedicata a due tipi di persone che vogliono avere a che fare con i prestiti tra privati: la persona che decide di investire e la persona che richiede il finanziamento.

Chi decide di investire utilizza i propri risparmi per ottenere un profitto. L’obiettivo del prestatore è quindi quello di prestare il proprio denaro col fine di ottenere un compenso che corrisponde agli interessi maturati che il debitore (o i debitori) pagherà per aver usufruito di questo servizio. Il prestatore dovrà suddividere il proprio capitale in piccole quote e dividerle tra le diverse persone che richiedono un finanziamento. Creare un portafoglio di questo tipo serve per minimizzare i rischi. Investendo un capitale da 5.000€ si potrà avere un portafoglio molto ampio, partecipando anche a cento prestiti differenti.

Per poter investire nei prestiti tra privati on line con Prestiamoci sarà sufficiente iscriversi alla piattaforma di Social Lending, stampare il contratto che arriverà via email e rinviarlo compilato in tutte le sue parti. Il passo successivo sarà quello di effettuare il bonifico. L’ultimo passaggio sarà quello di decidere su quali richieste di prestito tra privati investire, creando il proprio portafoglio.

Vediamo ora come funziona la piattaforma di finanziamenti tra privati dal lato del richiedente. Prestiamoci consente al privato cittadino di richiedere un finanziamento tra privati, a patto che non si abbiano avuti dei disguidi finanziari. E’ essenziale che il richiedente non sia quindi un cattivo pagatore o un protestato. Per quello che riguarda i tassi d’interesse, è possibile usufruire di tassi che risultano essere tra i più convenienti sul mercato. Il prestito tra persone avviene completamente online. Sarà sufficiente iscriversi alla piattaforma ed inviare tutti i documenti richiesti tramite email o se si preferisce tramite fax. Il servizio è attivo tutti i giorni, 7 su 7, e l’esito dell’iscrizione in piattaforma si ottiene molto velocemente, entro un massimo di 24 ore.

A valutare la pratica ci sarà un team di analisti creditizi. Verrà verificato che il richiedente non sia un protestato o un cattivo pagatore. Se la storia creditizia del privato iscritto sarà buona e si avranno i requisiti per poter essere finanziati la richiesta di prestiti tra privati online sarà inserita nella piattaforma di Social Lending e verrà vagliata dai vari investitori.

Da quel momento in poi tutti i prestatori avranno la possibilità di coprire con una o più quote la richiesta di finanziamento tra privati. Una volta che è stata raggiunta la somma richiesta il richiedente riceverà il contratto da firmare e la somma di denaro. Una volta ottenuto il prestito personale il debitore dovrà preoccuparsi esclusivamente del pagamento delle rate mensili. L’addebito avverrà sul conto corrente del cliente.

 

Come Funziona Smartika

Il funzionamento del prestito tra privati offerto da Smartika non è poi tanto diverso da quello che abbiamo trattato nei paragrafi precedenti. Anche qui troviamo due tipi di soggetti che potranno interagire tra loro grazie alla piattaforma di Social Lending.

Troviamo quindi il prestatore che potrà decidere quale somma di denaro prestare, quale rendimento ottenere e quanto dovrà durare il finanziamento. La durata del prestito potrà essere scelto tra i 12, i 24, i 36 o i 48 mesi. Una volta che il prestatore si è registrato in piattaforma potrà scegliere in quali clienti investire. Il denaro inviato alla piattaforma sotto forma di conto di pagamento viene automaticamente suddiviso in 50 parti. Se ad esempio si decide di investire un capitale di 1.000€ questo verrà suddiviso in 50 differenti prestiti con piccole quote da 20€ ciascuna.

In ogni caso sarà possibile modificare la propria offerta in base alle proprie preferenze. Ogni mese si otterrà indietro una parte del capitale e gli interessi maturati. Questi importi potranno essere intascati o reinvestiti sulla piattaforma.

Vediamo come funziona il prestito tra privati on line di Smartika dal lato di chi deve richiedere il finanziamento. Gli importi richiedibili vanno dai 1.000€ ai 15.000€. Quanto richiesto dovrà essere rimborsato entro 12, 24, 36 o 48 mesi. Tutta la procedura di richiesta ed ottenimento del denaro avverrà online senza che vi sia mai l’intervento di una banca o di una società finanziaria.

Il richiedente dovrà iscriversi alla piattaforma di Social Lending Smartika inserendo tutte le proprie informazioni personali e reddituali oltre che specificare il motivo per il quale si sta chiedendo il finanziamento. Smartika verificherà subito se si ha la possibilità o meno di ottenere un prestito tra privati sulla loro piattaforma. Si controllerà la presenza di eventuali disguidi finanziari e se il cliente avrà i requisiti richiesti e non sarà un cattivo pagatore né un protestato verrà approvato in piattaforma.

Una volta inviati tutti i documenti richiesti e verificata la posizione del cliente verrà comunicato in breve tempo l’esito della richiesta. Se sarà approvata si otterrà un bonifico sul conto corrente. Da quel momento in poi il rimborso del prestito personale tra privati seri avverrà con il pagamento delle rate che avverrà con addebito diretto sul conto corrente. Sarà possibile sfruttare l’estinzione anticipata del debito in qualsiasi momento senza dover pagare penali.

 

Opinioni

Richiedere dei prestiti privati ha sicuramente diversi vantaggi ma anche alcuni svantaggi. Di cosa stiamo parlando? Trattiamo l’argomento dal punto di vista di colui che necessita del denaro e quindi dal lato di colui che diventerà il debitore.

Vantaggi: il finanziamento potrà essere richiesto senza garanzie, senza busta paga e senza spese anticipate. Nessuno controllerà lo status finanziario del debitore e quindi il prestito privati potrà essere richiesto anche da cattivi pagatori e da protestati.

Svantaggi: la cifra massima richiedibile non potrà mai essere alta, si potranno richiedere solo piccole somme di denaro e quindi si parlerà di piccoli prestiti.