Prestiti Rapidi: documenti richiesti e soluzioni per cattivi pagatori e protestati

Prestiti Rapidi

Appartengono alla categoria dei prestiti rapidi tutti quei finanziamenti richiedibili dalle famiglie che possono essere erogati in tempi brevi.

Solitamente per definire un finanziamento rapido è opportuno che questo non superi come tempo di erogazione le 48 ore mentre i finanziamenti che vengono erogati in giornata, e quindi entro le 24 ore, potremmo definirli con il nome di prestiti rapidissimi.

Quando si deve affrontare una spesa improvvisa e non si dispone del denaro necessario è possibile richiedere i prestiti rapidissimi.

Si tratta di finanziamenti che vengono erogati in tempi brevi, dove l’esito della richiesta avviene quasi in maniera istantanea e dall’approvazione alla reale erogazione trascorrono al massimo uno o due giorni lavorativi.

I prestiti rapidissimi vengono chiamati normalmente con il nome di prestiti veloci, il termine “prestito rapido” viene solitamente lasciato in disparte. E’ possibile richiedere questo tipo di finanziamento quando si hanno difficoltà economiche e non si ha la possibilità di attendere o più semplicemente perchè si vuole effettuare l’acquisto dei propri sogni e non si vuole attendere ancora altro tempo perchè magari non si vede l’ora di realizzarlo. Sarà quindi possibile sostenere una spesa inattesa ma sarà anche possibile: concedersi la libertà di acquistare un viaggio per godersi un piccolo periodo di tranquillità, comprare l’auto o la moto dei propri desideri o per acquistare un elettrodomestico o un componente elettronico di ultima generazione.

Per far sì che i tempi di approvazione della richiesta di finanziamento e l’erogazione di quanto richiesto siano davvero brevi è necessario che il richiedente sia in possesso di una buona garanzia reddituale dimostrabile. Sono quindi agevolati coloro che risultano essere lavoratori dipendenti ed i pensionati. Questo perchè per tali soggetti le valutazioni ed i controlli di routine da effettuare sono minori di quelli che andrebbero fatti sugli altri ipotetici clienti.

 

Cosa Serve

Cosa è necessario fare per ottenere i prestiti rapidi? Oggi per ottenere un finanziamento abbiamo due diverse strade a disposizione: la prima è quella di scegliere il classico prestito personale presso una banca tradizionale, recandosi quindi presso una delle tante agenzie presenti sul territorio e richiedere quindi un preventivo; la seconda è quella di optare per i prestiti veloci online e quindi richiedere il finanziamento direttamente presso il sito ufficiale della banca che ci interessa o su uno dei tanti portali di comparatori di prestiti dove sarà possibile calcolare diversi preventivi inserendo i propri dati personali una sola volta.

 

Documenti Richiesti

Per accellerare i tempi è giusto conoscere quali sono i documenti che occorreranno durante la richiesta del prestito. Le richieste potrebbero variare a seconda della società finanziaria scelta ma in genere i documenti che vengono richiesti sono:

  • Un documento d’identità in corso di validità (quindi carta d’identità o patente non scaduta);
  • Il codice fiscale (che potrà essere letto anche dalla tessera sanitaria);
  • Un documento reddituale (un documento che attesti il proprio reddito percepito come la busta paga, il cedolino della pensione o il Modello Unico).

Alcune piccole precisazioni. Stiamo parlando di prestiti rapidi e quindi si prevede che il cliente abbia una certa urgenza nel ricevere il denaro. Se si conosce la propria posizione economica e finanziaria in alcuni casi è meglio non perdere tempo: se si è consapevoli che per ottenere un finanziamento sarà necessario l’ausilio di un garante evitate tempo e fatica, procuratevi sin da subito l’autorizzazione di un garante ed effettuate insieme la richiesta del prestito personale.

Recarsi una prima volta in banca per ricevere l’esito negativo della propria richiesta e tornarci una seconda volta con un garante comporta solo una perdita di tempo. Per quanto riguarda i prestiti online, attualmente, nel caso occorra un garante, è consigliabile effettuare un preventivo solo per farsi un’idea degli eventuali costi che si andranno a sostenere, il prestito con garante è meglio richiederlo direttamente in filiale.

 

Cattivi Pagatori e Protestati

Solitamente, quando un soggetto richiede un prestito personale la società di credito effettua dei controlli molto scrupolosi per essere sicura che il cliente abbia le possibilità di rimborsare con tranquillità quando dovuto. Inoltre verifica se in passato vi sono stati dei problemi, o dei disguidi, con altri vecchi finanziamenti.

Vengono quindi effettuati dei controlli per verificare se l’ipotetico cliente sia stato in precedenza segnalato come cattivo pagatore o come protestato. I soggetti appartenenti a queste due categorie hanno poche probabilità di ottenere un finanziamento di tipo classico perchè chi deve erogare il denaro sa che in passato vi sono stati problemi, che potrebbero essere ritardi nei pagamenti o addirittura di insolvenza, e che pertanto potrebbero ripetersi. Il rischio è quindi reale e pertanto gli istituti di credito di solito “scansano” questo genere di clienti.

Per i cattivi pagatori ed i protestati esistono comunque diverse possibilità per ottenere una linea di credito ma la più veloce, come dicevamo prima, è quella della cessione del quinto ma questa può essere richiesta solo dai lavoratori dipendenti e dai pensionati.

 

Prestiti con Garante

Se si è quindi alla ricerca di prestiti rapidi il richiedente dovrebbe sapere se gli occorrerà il garante per ottenere il finanziamento. In quali casi sarà necessaria la sua presenza? Il garante è necessario quando il richiedente non è in grado di dimostrare le proprie garanzie reddituali (ad esempio lavora in nero e non percepisce una busta paga) o le proprie garanzie reddituali risultano insufficienti (ad esempio il pensionato che percepisce la pensione solidale, un importo troppo basso per poter richiedere un finanziamento) o nel caso in cui chi richiede il denaro risulti essere un cattivo pagatore o un protestato.

Il cattivo pagatore ed il protestato se hanno la fortuna di avere una busta paga perchè risultano essere dei lavoratori dipendenti con un contratto regolare di lavoro o la pensione percependo un importo maggiore di quello previsto per la pensione solidale possono anche accedere ad un altro genere di prestito rapido: la cessione del quinto. Grazie alla cessione del quinto dello stipendio ed alla cessione del quinto della pensione potranno ottenere il finanziamento in tempi brevissimi senza la necessità di disporre di ulteriori garanzie reddituali aggiuntive.

 

Cessione del Quinto

I lavoratori dipendenti ed i pensionati possono ad esempio richiedere un finanziamento veloce tramite la cessione del quinto. Scegliendo questa linea di credito possiamo realmente parlare di prestiti rapidissimi perchè i controlli che l’istituto di credito dovrà effettuare sono davvero minimi.

Come si rimborsa la cessione del quinto? I prestiti rapidissimi attraverso la cessione del quinto dello stipendio o della pensione vengono rimborsati in una maniera differente da quella tradizionale. Mentre di solito il debitore paga i bollettini postali o si fa addebitare l’importo della rata sul suo conto corrente, con la cessione del quinto la somma di denaro da pagare viene detratta direttamente dalla busta paga o dal cedolino della pensione.

Per obbligo di legge l’importo massimo che il cliente può pagare mensilmente tramite questa linea di credito non dovrà mai essere superiore ad un quinto di quanto percepito al netto delle tasse. E’ anche obbligatoria una polizza assicurativa di tipo rischio vita o rischio lavoro che va a tutela del credito, il cui costo solitamente è a carico della banca.

 

Prestiti Finalizzati

Un altro tipo di prestito veloce è rappresentato dai finanziamenti finalizzati, cioè quelli specifici per l’acquisto di un determinato bene o servizio. In questo caso il richiedente avrà un vincolo specifico nei confronti della banca e dovrà quindi utilizzare il denaro ottenuto per il fine specifico indicato nel contratto. Se ad esempio il cliente decide di stipulare un contratto di prestito auto dovrà poi necessariamente acquistare una nuova auto con il denaro ottenuto.

Anche questo genere di finanziamento viene solitamente erogato entro le 48 ore dall’approvazione della richiesta e, molto spesso, è richiedibile non solo presso un istituto bancario ma anche presso il negozio che vende il bene o il servizio che ci occorre.