Prestiti Cambializzati, come funzionano e chi offre i finanziamenti con Cambiali

Prestiti Cambializzati

Per chi è vissuto dal secondo dopoguerra fino a più o meno agli anni ’80, sicuramente, le Cambiali non sono una novità in quanto in quel periodo chi non disponeva di molta liquidità, spesso, ricorreva a questa tipologia di prestito per poter comperare un bene materiale e/o la casa. Ma come funzionano i prestiti cambializzati? E chi li offre?

 

Come Funzionano

Quando si parla di Prestiti Cambializzati si intende un Titolo di Credito Nominativo, ovvero per essere più specifici una cambiale di per sé non è altro che una forma di garanzia che va a beneficio di chi emette il prestito.

Ovvero, per fare un esempio pratico se si volesse acquistare un bene che costa una cifra troppo elevata, qualora non si avesse la disponibilità economica allora si può ricorrere a un Prestito Cambializzato dove, dopo aver concordato il termine ultimo in cui bisogna estingue il debito, si stabilisce anche un importo che il debitore dovrà pagare con cadenza mensile.

In questo modo il creditore sarà tutelato al 100% qualora l’importo dovuto non venisse versato, perché la Legge gli consente di poter mandare in protesto il pagamento, mentre il sopracitato debitore dal canto suo è consapevole di poter provvedere a elargire il dovuto entro un periodo di tempo più o meno lungo.

 

Chi li Offre

Al giorno d’oggi, soprattutto a causa della crisi economica, i Prestiti Cambializzati sono nuovamente tornati alla ribalta, in quanto con questo metodo di pagamento è estremamente più facile, e di gran lunga più immediato, effettuare l’acquisto di un bene e/o servizio perché offre una tipologia di garanzia sicura. Per riceve un Prestito Cambializzato, si ci può rivolgere:

  • A una Finanziaria
  • Alla Società di riferimento

Le quali erogheranno la cifra richiesta che dovrà poi essere restituita sotto forma di Cambiali cosiddette vincolanti, in quanto queste (per tutelare l’ente che deve poi procedere con la riscossione) avranno un valore complessivo uguale ai soldi ricevuti.

Di per sé richiedere questa tipologia di Prestito non è nemmeno troppo difficile, anzi le modalità risultano essere particolarmente agevoli, in quanto il richiedente deve semplicemente premunirsi di:

  • Recarsi alla Finanziaria oppure alla Società di riferimento
  • Effettuare un incontro conoscitivo, durante il quale avviene uno scambio di informazioni tra le due parti volto a soddisfare le esigenze delle stesse, sostanzialmente parlano principalmente di quale cifra occorre e, soprattutto di quale importo è effettivamente erogabile

Mente il contratto viene stipulato solo quando viene raggiunta la definizione dei termini e, soprattutto, quando la persona che ha richiesto il prestito, contestualmentesi impegna a firmare le Cambiali che come abbiamo detto poco sopra, corrispondono esattamente alla cifra che l’Ente di Credito ha elargito. Invece per restituire la somma di denaro ricevuta in prestito e estinguere il debito, il debitore dovrà effettuare ogni mese un versamento che sarà pari all’ammontare della cifra concordata tra le due parti per il pagamento della rata.

Tra l’altro, è anche molto importante sapere che, generalmente, per ottenere un Prestito Cambializzato bisogna necessariamente rivolgersi a dei professionisti che possono intervenire in questo campo, in quanto viene erogato solo ed esclusivamente da alcune tipologie di Finanziarie specializzate nel settore.