Finanziamento Start Up e Nuove Imprese, Prestiti Agevolati e Fondi Regionali, Statali e Europei

Finanziamento Start Up e Nuove Imprese

Cos’è

Si tratta di una grande opportunità per chi vuole avviare una nuova impresa e per chi aspira a diventare un imprenditore. Questa opportunità viene concessa grazie a contributi ed agevolazioni che prendono, appunto, il nome di finanziamento Start Up.

Si tratta quindi di agevolazioni e prestiti statali o prestiti regionali che cercano di dare una “spinta” a chi vuole affacciarsi nel mondo del lavoro in Italia. Per poter accedere a tali contributi è necessario partecipare ad un bando ed avere i requisiti richiesti. Chi è agevolato nel ricevere questi fondi? I giovani e le donne hanno di sicuro un’importante agevolazione perché si vuole incentivare l’avvio di nuove aziende da parte dei giovani (imprenditorialità giovanile) e l’avvio di nuove imprese da parte delle donne (imprenditorialità femminile).

 

Finanziamenti a Fondo Perduto

Nella maggior parte dei casi, quando si parla di linee di credito per Start Up e quindi di prestiti dedicati alle aziende ed alle imprese che devono ancora nascere si parla anche di finanziamenti a fondo perduto. Questo perché, a seconda del bando a cui si partecipa, vi potrebbe essere la possibilità di beneficiare dei prestiti a fondo perduto. Si tratta dell’agevolazione più importante che un imprenditore possa ottenere.

Si tratta infatti di un finanziamento per sostenere le spese di avvio della propria attività che non dovrà essere rimborsato o che dovrà essere rimborsato solo in una piccola parte a condizioni davvero agevolate. Un esempio di queste agevolazioni? Se il finanziamento sarà in parte a fondo perduto e quindi solo una parte del denaro dovrà essere restituito, questo dovrà essere rimborsato con piccolissime rate, in tempi molto lunghi e senza interessi.

Prestiti Agevolati e Fondi Regionali, Statali e Europei

Appartengono al finanziamento nuove imprese tutti quei prestiti agevolati o a fondo perduto destinati al miglioramento o allo sviluppo dell’imprenditoria giovanile, dell’imprenditoria femminile e di nuove attività di impresa che possano diventare un nuovo punto di riferimento per il mercato economico nazionale.

Il finanziamento nuove imprese è quindi un prestito che viene erogato tramite i fondi Europei, tramite i fondi Statali o con dei contributi regionali.

Per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile sono previsti dei finanziamenti che consentono ai giovani imprenditori di avviare una nuova attività di impresa in proprio.

L’imprenditoria femminile è un altro settore dove lo Stato Italiano e l’Unione Europea stanno investendo tantissime risorse economiche, proprio per invogliare ed incentivare le donne che vogliono diventare imprenditrici ed occuparsi dell’avviamento di una nuova attività.

Abbiamo detto che per ottenere il finanziamento nuove imprese è possibile accedere ai finanziamenti Europei, ai finanziamenti Statali ed ai contributi regionali.

Per quello che riguarda i fondi stanziati dall’Unione Europea è necessario ricordare che ne esistono di diversi generi, in base al tipo di progetto che si vuole andare a realizzare.

I finanziamenti Statali per l’avviamento di una nuova azienda sono gestiti dal fondo nazionale per l’autoimpiego. Tutti gli incentivi ed i prestiti a fondo perduto vengono attualmente gestiti da Invitalia. Invitalia quindi si occupa della gestione dei fondi messi a disposizione dallo Stato per avviare nuove imprese o per ampliare quelle già esistenti.

I finanziamenti della Regione, detti anche contributi regionali a fondo perduto vengono erogati in base alle esigenze territoriali. Quando in un determinato periodo viene deciso che vi è la carenza sul territorio di un determinato tipo di impresa viene indetto un bando di concorso. Per essere sempre aggiornati sulla disponibilità di questi contributi è necessario rivolgersi presso gli Uffici della propria Regione o consultare frequentemente il sito web della propria Regione. Ulteriori informazioni a riguardo di questi bandi di concorso per contributi regionali possono essere fornite dalla camera di commercio.

Rientrano nel finanziamento nuove imprese anche i prestiti agevolati e parzialmente a fondo perduto dedicati a chi vuole avviare una nuova attività in franchising. I finanziamenti per franchising sono nella maggior parte dei casi dei prestiti con contributi o incentivi Statali e pertanto vengono quasi sempre gestiti da Invitalia.

Indipendentemente dal tipo di finanziamento nuove imprese che si sceglie sarà necessario essere in possesso dei requisiti segnati sul bando di concorso. In ogni caso sarà sempre necessario presentare insieme alla domanda per la richiesta dei contributi e degli incentivi un Business Plan, cioè un piano progettuale dove viene spiegato, nel dettaglio, il progetto di impresa che si vuole ideare. Assieme a tale progetto dovranno essere presenti tutti i documenti inerenti le spese che si andranno a sostenere, indicando il tipo di bene o di servizio che si dovrà utilizzare ed i loro relativi costi.

Nuove attività potranno quindi essere avviate sfruttando queste particolari ed importanti agevolazioni. A chi conviene tentare? A chiunque abbia un valido progetto, magari già pronto da attuare, per dare una svolta alla propria vita ed avviare un nuovo capitolo imprenditoriale.

 

Banche che offrono Finanziamenti per Start Up

Abbiamo già accennato che in questo tipo di finanziamenti i giovani sono tra i soggetti che hanno maggiori possibilità di ottenerli. Questo viene fatto perché si cerca di aiutare i ragazzi tra i 18 ed i 30 anni che vogliono avvicinarsi al mondo del lavoro e quindi aiutare lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile.

 

Banca BNL

Nella sezione dedicata ai professionisti ed alle imprese del sito di Banca BNL è possibile accedere alle pagine dedicate a chi possiede un progetto e vuole avviare un’impresa, crescere in Italia o espandersi all’estero. Sono tutti progetti finanziabili dopo aver stipulato accuratamente un business plan. Più sarà accurato il business plan e maggiori saranno le possibilità di ottenere una linea di credito.

 

Banca Sella

Anche Banca Sella ha la sua proposta economica dedicata a chi vuole avviare una nuova attività lavorativa. Offre un così detto Starter Kit che comprende le funzioni di Banking, di supporto e dell’assistenza di un Network di partner. Un team di esperti sarà quindi a disposizione del cliente per affiancarlo e guidarlo nel caso in cui ve ne fosse bisogno. Viene offerto anche un pacchetto di sistemi di pagamento per gestire i propri incassi, il tutto direttamente online o se si preferisce anche fisicamente presso un’agenzia di Banca Sella.

 

Ubi Banca

Anche Ubi Banca ha un piano finanziario rivolto a chi vuole sviluppare un progetto imprenditoriale. Si ha la possibilità di richiedere sino a 50.000€ con un tasso variabile. E’ possibile avviare la propria attività in qualsiasi settore. Il rimborso dovrà avvenire in tempi che vanno dai 18 ai 60 mesi.

 

Banca Unicredit

Banca Unicredit ha diverse offerte commerciali dedicate alla piccole e medie imprese e tra queste vi è anche un piano finanziario dedicato agli aspiranti imprenditori. Il piano si chiama Nuove Imprese Start Up e prevede un importo finanziabile massimo di 100.000€ da rimborsare entro un massimo di 7 anni. Il rimborso avviene con rate che potranno essere pagata mensilmente, ogni tre mesi o ogni sei mesi. Il tasso di interesse potrà essere, a scelta, fisso o variabile.