Prestito Matrimonio

Chi cerca un prestito matrimonio ha diverse possibilità di scelta per ottenere il finanziamento desiderato.

Può infatti essere scelto un prestito finalizzato, un finanziamento con la cessione del quinto, un classico prestito personale o un prestito cambializzato.

Prestito-Matrimonio

Iniziamo dalla soluzione più semplice, il classico prestito personale. Può essere richiesto per qualsiasi scopo, si tratta di un finanziamento senza vincoli e quindi chi lo richiede può utilizzare i soldi ottenuti nel modo in cui preferisce. Il rimborso può avvenire con l’addebito sul conto corrente o con il pagamento dei bollettini postali.

Un’altra soluzione semplice da attuare è il prestito finalizzato, cioè il prestito matrimonio, chiamato anche finanziamento sposi. Si tratta di una soluzione creditizia richiedibile esclusivamente per sostenere tutte le spese inerenti al proprio matrimonio o della cerimonia di un parente stretto. Chi utilizza questa formula quindi potrà utilizzare il denaro ottenuto esclusivamente per sostenere questo tipo di spesa, con un vero proprio vincolo. Se si sceglie questa strada sarà necessario presentare all’istituto di credito un piano di spese dove saranno indicati tutti i costi che si andranno a sostenere per celebrare la cerimonia.

La cessione del quinto è un’altra validissima soluzione per ottenere un finanziamento. Si tratta di un’opportunità che può essere scelta senza alcuna difficoltà anche dai cattivi pagatori e dai protestati ma è necessario che il richiedente risulti essere un lavoratore dipendente o un pensionato. Il rimborso avverrà tramite il pagamento delle rate mensili che non avverrà nella maniera tradizionale ma quanto dovuto verrà detratto direttamente dalla busta paga o dal cedolino della pensione del debitore.



Abbiamo lasciato per ultimo la soluzione dei prestiti cambializzati. Si tratta di finanziamenti che utilizzano la cambiale per essere rimborsati e pertanto è possibile richiederli anche se si è cattivi pagatori o protestati. E’ possibile inoltre richiederli anche se non si è in possesso di una fonte di reddito fissa o continuativa e pertanto è richiedibile anche dai lavoratori autonomi, dai liberi professionisti, dai disoccupati e dalle casalinghe. Requisito fondamentale per accedere a questa forma di credito è però essere titolari di un immobile. In alternativa si potrà ricorrere ad un prestito cambializzato con garante dove però chi ricoprirà questo ruolo dovrà a sua volta essere proprietario di una casa. L’abitazione sarà utilizzata come garanzia e verrà pignorata in caso di insolvenza.

Il prestito matrimonio quindi può essere richiesto in vari modi, in base alle proprie esigenze ed in base alla propria posizione economica e finanziaria. Tra i finanziamenti citati quello ottenibile più velocemente è sicuramente quello tramite la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Vogliamo quindi ricordare che la rata da pagare con questo sistema creditizio non potrà mai essere superiore ad un quinto di quello che si percepisce mensilmente.

Prima della scelta del prestito personale sarà necessario valutare con attenzione, tra le varie offerte commerciali, i tassi di interesse Tan e Taeg. Tramite questi due tassi sarà possibile calcolare gli interessi maturati e tutte le spese accessorie che si andranno a sostenere durante tutto l’arco del periodo di rimborso. Pertanto sarà possibile con un semplice calcolo sapere quanto verrà complessivamente a costare il finanziamento e quanto si andrà a rimborsare complessivamente. Le soluzioni citate non valgono esclusivamente per il matrimonio ma possono essere utilizzate anche per altre cerimonie come comunioni, cresime e battesimi.