Prestito Liquidità

Il prestito liquidità è un tipo di linea di credito non finalizzata. Questo significa che chi lo richiede può spendere il denaro come meglio preferisce perchè non sarà legato a nessun vincolo con la società finanziaria erogante.

Si tratta quindi di un prestito dove il richiedente riceve i liquidi richiesti e li utilizza come meglio preferisce senza dover dare alcuna spiegazione all’istituto di credito.

Prestito-Liquidità

Il prestito liquidità può essere quindi utilizzato per l’acquisto di un veicolo come un’auto, una moto o un autocarro, per l’acquisto di un elettrodomestico come un frigorifero, la lavastoviglie o la lavatrice, per oggetti tecnologici come il pc, il tablet o lo smartphone, per sostenere le spese di un viaggio in Italia o all’estero, per sostenere le spese di un matrimonio o semplicemente per avere della liquidità nelle proprie tasche per affrontare con maggiore serenità le spese della vita quotidiana.

Il prestito liquidità può essere richiesto presentando all’istituto bancario un documento anagrafico in corso di validità, il proprio codice fiscale ed un documento che attesti il reddito percepito. Il richiedente dovrà quindi presentarsi presso la società di credito con la busta paga o con il cedolino della pensione o con il modello Unico.

Chi non è in possesso di nessuno di questi tre documenti, perchè magari è disoccupato, una casalinga, uno studente o perchè purtroppo pur lavorando non è in possesso di un regolare contratto di lavoro, può comunque accedere al finanziamento mediante l’aiuto di un garante. Il garante è un soggetto che prende parte al finanziamento schierandosi dalla parte del cliente.



Egli con le proprie garanzie reddituali aiuta il richiedente che con le proprie garanzie reddituali non è in grado di ottenere una linea di credito. Nel caso in cui il debitore principale non dovesse occuparsi dei pagamenti sarà compito di colui che ha fatto da garante effettuare il regolare rimborso di quanto dovuto.

Il prestito liquidità può essere richiesto anche mediante la cessione del quinto dello stipendio e con la cessione del quinto della pensione. In questo caso il finanziamento sarà richiedibile anche dai cattivi pagatori e dai protestati perchè il contratto viene gestito differentemente.

Mentre nel classico prestito personale la banca ha dei dubbi nell’erogare del denaro ad un protestato o ad un cattivo pagatore perchè il fatto, cioè il mancato rimborso di un prestito o il ritardo nei pagamenti di quanto dovuto, potrebbe ripetersi, nella cessione del quinto non si fa caso al passato finanziario del richiedente. Questo perchè con la cessione del quinto non è direttamente il cliente ad occuparsi del rimborso ma il suo datore di lavoro (nel caso del lavoratore dipendente) o il suo ente pensionistico (nel caso del pensionato).

Chi richiede il prestito liquidità tramite la cessione del quinto vedrà quindi detratta la quota della rata da pagare direttamente dalla propria busta paga o dal cedolino della pensione.

In entrambi i casi si parla di un tipo di credito che viene erogato con estrema velocità, salvo i casi in cui le cifre richieste siano alte e l’istituto di credito decide di utilizzare dell’ulteriore tempo per effettuare altri controlli sul richiedente e sull’eventuale garante. In linea di massima, una volta che la richiesta viene approvata, il prestito viene erogato entro le successive quarantotto ore.




Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi