Prestito Ipotecario

Il prestito ipotecario è un finanziamento che tutti i proprietari di un immobile possono richiedere. Si tratta di un prestito personale dove l’unica garanzia richiesta è appunto la proprietà di una casa o di un terreno.

Prestito Ipotecario

Per ottenere la somma di denaro richiesta il cliente dovrà sottoscrivere un’ipoteca sulla casa. Quando si parla di prestito ipotecario generalmente ci si riferisce quasi sempre alla possibilità di stipulare un finanziamento ipotecando un immobile ma in realtà è possibile ipotecare anche altri tipi di beni che comunque dovranno sempre essere accettati dall’istituto di credito che si occuperà dell’erogazione del denaro.

 

Quali sono i tipi di finanziamento ipotecario richiedibili

Esistono tre diversi tipi di prestiti ipotecari: il prestito vitalizio (ottima soluzione per chi necessita urgentemente di denaro), il mutuo casa (per coprire le spese di acquisto della propria casa) ed il mutuo liquidità (da usare quando le proprie garanzie reddituali sono assenti o di scarsa entità).

 

Prestito ipotecario vitalizio

Il prestito vitalizio viene generalmente richiesto da chi ha superato i 65 anni di età ed è proprietario di un immobile. Il debitore non dovrà mai pagare nessuna rata mensile, il debito dovrà essere estinto al termine del contratto con il pagamento in un’unica soluzione. Il contratto si conclude con il rimborso della somma pattuita o con la perdita dell’immobile o con il pagamento di quanto dovuto da parte degli eredi nel caso in cui vi fosse il decesso del debitore.

 

Prestito ipotecario senza reddito

E’ possibile richiedere questo finanziamento senza disporre di un reddito. Non sono infatti richiesti documenti reddituali e quindi si potrà richiedere senza busta paga e senza altre garanzie. L’unica garanzia che interessa all’istituto di credito è appunto la proprietà dell’immobile su cui graverà l’ipoteca.



 

Prestito ipotecario sulla casa

Sottoscrivendo un finanziamento con ipoteca sulla casa si ha la possibilità di ottenere una linea di credito anche nel caso in cui si è cattivi pagatori o protestati. Il capitale richiedibile sarà proporzionale al valore della casa che verrà ipotecata.

E’ importante sottolineare cosa potrebbe accadere nel caso in cui il debito non dovesse essere rimborsato correttamente. Se il debitore dovesse risultare insolvente e quindi omettere i pagamenti, la banca creditrice diventerà proprietaria del bene ipotecato. Se quindi è stata accesa un’ipoteca sulla casa la banca potrà diventarne proprietaria e venderla per poter recuperare la somma di denaro che andrà a ricoprire il debito lasciato insoluto.

 

Calcolo prestito ipotecario

Un finanziamento con ipoteca può essere facilmente calcolato. Abbiamo già detto che il capitale massimo ottenibile dipende esclusivamente dal valore dell’immobile su cui verrà accesa l’ipoteca. Solitamente però le somme ottenibili non vanno a superare i 75.000€ ma questa è una cifra che dipende esclusivamente dall’istituto di credito presso cui ci si rivolge. La stessa cosa vale per il piano di rimborso e per l’importo della rata da pagare. Proprio per questo abbiamo deciso di vedere insieme quali sono le soluzioni proposte da due degli istituti di credito principali che erogano questa forma di finanziamento: BNL e Unicredit.

 

Prestito ipotecario BNL

Dai nostri ultimi aggiornamenti la banca BNL ha eliminato la possibilità di richiedere questo tipo di finanziamento. E’ però possibile affidarsi a soluzioni come il mutuo casa e mutuo liquidità. Tra le varie soluzioni ricordiamo Mutuo BNL Spensierato, Mutuo BNL Futuro Sereno e Mutuo BNL Affitto più Tasso Fisso.

 

Prestito ipotecario Unicredit

In Banca Unicredit il nome associato a questa risorsa finanziaria è quello di Mutuo Ipotecario. Viene consigliato per chi deve comprare un nuovo immobile e prevede appunto l’applicazione dell’ipoteca sull’appartamento che si andrà ad acquistare.