Prestiti Regionali

Quando si parla di prestiti regionali si intendono tutti i finanziamenti a fondo perduto offerti dalla Regione. Ma come funzionano? A chi ci si deve rivolgere per richiederne e magari ottenerne uno? Per cosa possono essere utilizzati? Sono queste le domande alle quali cercheremo di rispondere, con la massima chiarezza e trasparenza possibili.

Prestiti-Regionali

Attualmente i finanziamenti a fondo perduto vengono erogati dallo Stato, dall’Unione Europea e dalle Regioni. In entrambi i casi tali prestiti vengono erogati con l’intento di aumentare lo sviluppo dell’attività imprenditoriale incentivando maggiormente i giovani imprenditori e l’imprenditoria femminile.

Per quello che riguarda i prestiti regionali, per ottenerne uno sarà necessario informarsi periodicamente sui bandi pubblicati dalle Amministrazioni Regionali, che principalmente si occupano di fornire i finanziamenti da destinare ai giovani imprenditori per l’inizio di una nuova attività, forniscono ad imprese già avviate la possibilità di ricevere un prestito per ampliarsi e migliorare la propria efficienza produttiva e di fornire un prestito a coloro che sono intenzionati ad acquistare la prima casa.



I finanziamenti a fondo perduto per l’imprenditorialità giovanile consentono ai nuovi imprenditori, di età compresa tra i 18 ed i 35 anni, di usufruire di una vantaggiosissima opportunità, quella cioè di investire il denaro offerto dalla Regione in un business plan che prevede l’avvio di una nuova attività di impresa. L’unico requisito per accedervi è appunto l’età che dovrà essere compresa nel range indicato.

Anche chi possiede un’azienda già avviata può richiedere l’aiuto della Regione tramite i prestiti regionali. In tal caso, quanto ottenuto dovrà essere utilizzato obbligatoriamente per ampliare la propria azienda, per l’acquisto di nuovi macchinari e per tutte le spese che porteranno l’impresa ad un miglioramento tecnico, quantitativo e qualitativo della produzione.

Non tutti sono a conoscenza dell’esistenza dei finanziamenti regionali per l’acquisto della prima casa possono. Si tratta di una particolare forma di credito nata con l’intento di aiutare le giovani coppie ed i genitori single all’acquisto di una nuova abitazione, quale prima casa.

Anche lo sviluppo dell’imprenditoria femminile sta a cuore alle nostre regioni e pertanto quando la domanda viene fatta da giovani donne che vogliono intraprendere la carriera imprenditoriale, se correlata da un buon piano progettuale ed uno di tutte le spese da sostenere, si hanno buone possibilità di approvazione della richiesta.

Ricordiamo inoltre che i prestiti Regionali possono essere a fondo perduto e parzialmente a fondo perduto. Nel primo caso tutto il denaro sarà investito in maniera del tutto gratuita e pertanto il beneficiario non dovrà occuparsi di rimborsarlo. Nel secondo caso solitamente si otterrà una quota a fondo perduto, cioè da non rimborsare, ed un’altra da restituire senza interessi a condizioni molto agevolate.




Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi