Prestiti Disoccupati

Nella categoria dei prestiti disoccupati rientrano non solo tutti quei finanziamenti che possono essere ottenuti senza una busta paga ma anche tutti quelli che possono essere ottenuti senza avere una fonte di reddito continuativa e dimostrabile.

Prestiti-Disoccupati

Solitamente ogni qualvolta che viene richiesto un finanziamento la società di credito chiede al cliente di dimostrare quali sono le proprie capacità economiche e finanziarie in modo tale da assicurarsi che questo potrà rimborsare i propri debiti senza alcun tipo di problema.

E’ ovvio che chi ha la fortuna di avere una busta paga avrà sempre un reddito, ogni mese infatti riceverà del denaro con il quale potrà rimborsare il prestito pagando le rate mensili. La stessa cosa accade per i pensionati, ogni mese percependo la pensione hanno un flusso di reddito che gli consentirà di effettuare i pagamenti. Per i lavoratori autonomi il discorso è leggermente più delicato in quanto non percependo uno stipendio fisso mensile non si ha sempre la certezza matematica che si potranno effettuare ogni mese tutti i pagamenti con tranquillità e quindi per loro farà fede il modello unico che mostra i guadagni ottenuti durante l’anno precedente.

Il disoccupato invece non ha nessun documento che dimostri un reddito e quindi di conseguenza se deve richiedere un prestito personale potrebbe trovarsi in difficoltà.

E’ quindi necessario optare per un finanziamento diverso da quelli più classici. Rientrano nei prestiti disoccupati diversi tipi di finanziamento ma i più utilizzati restano al momento due:



  • Il prestito con il garante;
  • Il prestito con le cambiali.

 

Finanziamenti Disoccupati con Garante

Il prestito con garante permette al disoccupato di ottenere un finanziamento anche in condizioni ben più critiche. Questa linea di credito può infatti essere concessa non solo al disoccupato ma anche al disoccupato cattivo pagatore ed al disoccupato protestato. La cosa fondamentale per ottenere questo prestito è che la persona che raffigurerà il garante non abbia a sua volta pendenze a suo carico e quindi non sia un cattivo pagatore né un protestato. Il garante a sua volta dovrà essere in possesso di una o più garanzie reddituali e queste dovranno essere ritenute idonee dall’istituto di credito che andrà ad erogare il denaro.

 

Finanziamenti per disoccupati con cambiali

Il prestito con cambiali, detto anche cambializzato, può essere utilizzato sia con il garante che senza. Anche qui viene richiesta una garanzia ma a differenza dagli altri prestiti qui è necessario proporre alla banca una garanzia diversa, solitamente viene infatti proposto un immobile. Il richiedente, o il garante, dovrà quindi essere il proprietario di una casa ed utilizzarla come forma di garanzia. In questo tipo di linea di credito non si pagheranno le rate bensì ci si dovrà occupare del pagamento delle cambiali. Ciascuna cambiale ha una sua scadenza ed il pagamento della stessa dovrà essere effettuato entro tale data. In caso contrario si potrà parlare di insolvenza ed il creditore potrà richiedere il protesto delle cambiali non pagate. Sarebbe meglio non arrivare a tale situazione perché l’esecutività della cambiale permette al creditore di togliere la proprietà dell’immobile al debitore, di pignorare l’appartamento da parte dell’Autorità Giudiziaria e di farlo vendere all’asta per recuperare la somma dovutagli.

I prestiti disoccupati possono essere quindi un’ottima soluzione per chi necessita di un finanziamento e non è in possesso di un flusso di reddito dimostrabile. Le stesse soluzioni appena elencate sono applicabili non solo per i disoccupati ma anche dalle casalinghe e dagli studenti senza reddito che necessitano di un prestito personale.