Prestiti Cessione del Quinto

I prestiti cessione del quinto possono essere di due tipi: dello stipendio o della pensione. La differenza tra la prima opzione e la seconda sta nel fatto che chi lo richiede ricopre una posizione differente.

Prestiti-Cessione-del-Quinto

Prestiti Cessione del Quinto dello Stipendio

La cessione del quinto dello stipendio viene richiesta dal lavoratore dipendente che dispone di una busta paga ed ha quindi un contratto di lavoro regolare e pertanto riesce a dimostrare con facilità il percepimento di un reddito. Il lavoratore dipendente con un contratto di lavoro a tempo indeterminato riesce ad ottenere con estrema facilità i prestiti cessione del quinto anche se dovesse risultare come cattivo pagatore o come protestato. Anche il lavoratore dipendente con un contratto di lavoro a tempo determinato potrà godere della stessa linea di credito ma ad una condizione: il rimborso del finanziamento dovrà terminare entro la data di scadenza del contratto lavorativo. Se ad esempio al dipendente restano ancora 14 mesi di contratto, il periodo di rimborso dovrà essere minore alle 14 mensilità in modo da rientrare entro la data di scadenza contrattuale.

Nella cessione del quinto dello stipendio chi si occupa dei pagamenti non è direttamente il lavoratore ma il suo datore di lavoro. L’importo da pagare, che corrisponde alla rata mensile, viene detratto direttamente dalla sua busta paga. Proprio per questo, la banca ha fiducia e concede il prestito anche ai cattivi pagatori ed ai protestati.

Quali documenti servono per la cessione del quinto dello stipendio? I documenti richiesti sono quello d’identità, il codice fiscale e l’ultima busta paga.

 

Prestiti Cessione del Quinto della Pensione

La cessione del quinto della pensione è invece richiedibile dai pensionati che percepiscono un importo superiore a quello che viene in gergo definito con la locuzione di pensione sociale. Questo perché l’importo della pensione sociale viene ritenuto come il minimo indispensabile per condurre una vita con un livello che rientri nella normalità. Anche in questo caso, chi si occuperà del pagamento delle rate mensili non sarà il pensionato ma del tutto se ne occuperà l’Ente Pensionistico. L’importo da pagare verrà quindi detratto direttamente dal cedolino della pensione. Alcuni istituti di credito pongono un limite di età ai pensionati. Questo limite per alcune banche è di 75 anni, per altre di 80. Ciò significa che, qualora vi fosse questo limite, il piano di rimborso del finanziamento dovrà terminare entro l’età imposta come limite. Se quindi il limite è impostato a 75 anni, il pensionato dovrà occuparsi del rimborso e terminare i pagamenti prima che egli compia il 75esimo anno di età. Anche in tal caso il finanziamento viene concesso ai cattivi pagatori ed ai protestati.



Quali sono i documenti richiesti per la cessione del quinto della pensione? I documenti necessari per avviare le pratiche sono un documento d’identità, il codice fiscale e l’ultimo cedolino della pensione.

I prestiti cessione del quinto vengono così denominati perché la rata che si deve pagare ogni mese, cioè quella che sarà detratta dalla busta paga o dal cedolino della pensione, non potrà mai essere superiore ad un quinto di quello che ogni mese si percepisce.

E’ obbligatorio per Legge accompagnare i prestiti cessione del quinto con una polizza assicurativa. Nel caso del lavoratore dipendente si parlerà di assicurazione sulla vita e sul lavoro, nel caso del pensionato si parlerà di una polizza vita. Tale assicurazione serve per tutelare il cliente (o i suoi eredi) da eventi parziali o definitivi che potrebbero interrompere i pagamenti. Il beneficiario di tale polizza sarà la società finanziaria e pertanto il pagamento del costo dell’assicurazione spetteranno all’istituto di credito.

 

Dove richiedere i prestiti con cessione del quinto

Che siano richiesti tramite il proprio stipendio o tramite la propria pensione poco importa, al giorno d’oggi praticamente tutte le società finanziarie e tutti gli istituti di credito erogano un finanziamento con la cessione del quinto. Questo perchè con tale sistema, come spiegato sopra, le banche si sentono sicurissime che il debito verrà rimborsato sino all’ultimo centesimo.

Tra le principali proposte commerciali vogliamo segnalare quelle di Intesa San Paolo, quelle di Poste Italiane, quelle della Compass, quelle di Unicredit, quelle di BNL, quelle della Agos e Findomestic.

Salva

Salva




Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi