Finanziamento a Tasso Zero

Il finanziamento a tasso zero è un prestito personale che non può essere richiesto normalmente come avviene per le altre linee di credito ma è una sorta di promozione commerciale che è possibile richiedere solo quando chi la propone decide di renderla disponibile.

Finanziamento-a-Tasso-Zero

Si tratta di un prestito finalizzato perché non si può utilizzare il denaro ricevuto in prestito per acquistare quello che si vuole ma quanto ottenuto dovrà essere speso obbligatoriamente per acquistare un particolare bene o servizio indicato nel contratto.

 

Dove richiedere un Finanziamento a Tasso Zero

Il finanziamento a tasso zero non si può quindi richiedere presso una banca o un istituto di credito né presso una società finanziaria. Il prestito a tasso zero va quindi richiesto presso il negozio (o centro commerciale o grande catena di distribuzione) che propone questa offerta commerciale e che farà da tramite tra il cliente e la società finanziaria.

Ma come funziona il finanziamento a tasso zero? Perché è così pubblicizzato? E’ realmente così conveniente come dicono? Queste sono le solite domande che ci vengono poste da chi viene costantemente, ogni giorno, bombardato da pubblicità in tv, da banner pubblicitari sul web e dai volantini nelle buche della posta.

 

Cosa comprare con un Finanziamento a Tasso Zero

Quando un negozio (parliamo genericamente di negozio ma di solito sono soprattutto i grossi centri commerciali, i grandi marchi e le grandi catene di distribuzione ad occuparsene) intende aumentare le proprie vendite dei propri prodotti (ad esempio “tasso zero Euronics” valido su tutti i prodotti venduti da Euronics) o di un prodotto in particolare (ad esempio “tasso zero iPhone” valido solo sugli iPhone) propone ai propri potenziali clienti (perché sino al momento in cui non acquistano sono solo dei normali utenti che bisognerà spingere all’acquisto) delle offerte commerciali ed il finanziamento a tasso zero è proprio una di queste. Si tratta quindi di una proposta commerciale che è al pari di qualsiasi sconto ma in alcuni casi è molto meglio, ne spiegheremo ora il motivo.

Mentre con una classica promozione sarà possibile pagare di meno il prodotto acquistato perché magari si potrà godere di uno sconto sul prezzo con il prestito a tasso zero sarà invece possibile acquistare il prodotto a rate senza dover pagare quanto dovuto in contanti.



Il cliente potrà quindi comprare il prodotto e preoccuparsi dei pagamenti in un secondo momento dato che la prima rata solitamente viene fatta pagare il mese successivo all’acquisto e che comunque non dovrà avere alcuna preoccupazione di dover disporre immediatamente dei contanti che sarebbero stati necessari per comprare subito l’oggetto desiderato.

Fin qui sembra tutto normale, come se stessimo parlando del classico prestito personale. E invece abbiamo parlato di promozioni, di offerte e di proposte commerciali per incentivare le vendite dei prodotti. Il finanziamento tasso zero offre un importantissimo vantaggio al cliente: il prodotto potrà essere acquistato pagandolo con delle comode rate mensili ma il suo importo, pur pagandolo in diversi mesi, sarà lo stesso che si sarebbe dovuto pagare acquistandolo in contanti.

 

Esempi di Finanziamento a Tasso Zero Reale

Se quindi uno smartphone costa 600€ e viene venduto con una promozione dove è possibile usufruire del tasso zero, si potrà acquistarlo sia in contanti e sia a rate pagando nel complesso sempre lo stesso importo, ossia sempre 600€ totali. In questa linea di credito infatti non vanno a maturare gli interessi passivi né vi sono delle spese burocratiche da sostenere.

Per far sì che quanto appena detto sia realizzabile è necessario che sia il tasso Tan che il tasso Taeg siano pari allo 0%. Il tasso Tan serve per valutare gli interessi passivi e se è pari a zero significa che nel finanziamento non andranno a maturare. Il tasso Taeg serve invece per calcolare tutte le spese inerenti al finanziamento e se anche questo è pari allo 0% si ha la certezza che si pagherà il prodotto desiderato allo stesso costo di chi lo acquisterà utilizzando i contanti.

Negli esempi abbiamo parlato di prodotti tecnologici ma il finanziamento a tasso zero viene spesso utilizzato anche dai mobilifici per incentivare la vendita dei propri mobili, dalle agenzie viaggi che offrono la vendita di pacchetti vacanze e dalle concessionarie di automobili che offrono i prestiti auto a tasso zero.

Come già detto, l’azienda che offre il tasso zero è intermediaria (non sempre ma quasi) e non ha nulla a che vedere con la fattibilità del prestito. Sarà quindi la società finanziaria convenzionata a decidere se il cliente potrà beneficiare di usufruire di questo piano finanziario.

Quali documenti servono? Ogni società finanziaria ha le proprie richieste ma solitamente sono sufficienti la carta d’identità (o la patente di guida), il codice fiscale (o la tessera sanitaria) ed un documento reddituale (la busta paga, il cedolino della pensione o il modello unico).